AFROAMERICANA



Improvvisazioni per kora e chitarra blues
c/o Ristorante Ginger-people&food-Agrigento
venerdì12 luglio 2019
con Jali Diabate (kora)
Umberto Porcaro (chitarra e dobro)

Sono oramai trascorsi 16 anni da quando Martin Scorsese presentò il suo film documentario Feel like going home (in Italia Dal Mali al Mississippi), che ripercorreva un viaggio a ritroso per riscoprire le radici del blues,partendo dal delta del fiume Mississippi fino all’Africa occidentale. Il risultato fu l’incredibile e inconfutabile evidenza del profondo legame musicale tra i due continenti, testimoniato da varie interviste e performances di musicisti blues afroamericani come Corey Harris, Taj Mahal e Keb’Mo e musicisti africani come Ali Farka Tourè, Toumani Diabate, Habib Koitè e Salif Keita.
In questa inedita produzione di Ginger-people&food, anche noi abbiamo voluto intraprendere questo viaggio, in anteprima assoluta, con due straordinari artisti, per la prima volta insieme. Ripercorreranno la strada che congiunge l’Africa all’America, tornando alle radici del blues, alle sue origini legate alle tradizioni musicai delle popolazioni dell’Africa occidentale, deportate a forza lungo le rotte della slavery trade e divenute parte integrante della cultura d’oltre oceano Una ghiotta e unica opportunità, per i veri appassionati di musica, per riscoprire il feeling, le emozioni di sonorità “migranti”,così lontane ma anche così incredibilmente familiari alla nostra cultura, proprio come il nostro cibo.


Jali Diabate: nasce nel 1983 a Baghère, un piccolo villaggio Mandinka della Casamance (Senegal), e risiede attualmente a Catania, Sicilia. Appartenendo ad una famiglia di antica tradizione musicale, eredita un patrimonio antico otto secoli. Sin da bambino impara a suonare la kora in famiglia dal padre e dal resto della famiglia allargata. La kora è lo strumento-simbolo del jali; essa è un’arpa con ponticello,
tradizionalmente 21 corde da cui si possono estrarre contemporaneamente melodie e accompagnamenti Jali Diabate ha già alle spalle la pubblicazione di tre album, disponibili anche su Spotify, Silinka (2014),Kumakan (2016) e il suo ultimo lavoro Introspection (2017), collaborando con musicisti come Marie Koliè (voce), Alberto Finocchiaro (chitarra), Francesco Toscano(basso), Oumy Mbaye (djembè, tamburi e sbar), Alessandro La Spina (batteria), ma anche con Dario e Serena Chillemi, Gianluca Ricceri, Valentina Indaco, Faisal Taher, Tino Finocchiaro, Giancarlo Parisi, Peter Kuhnsch, Hui-Chun Lin, Sergio Battaglia, Katia La Rosa, Patrizia Concas, e il coro polifonico Musica e Oltre di Paolo Li Rosi e molti altri
Umberto Porcaro : chitarrista e cantante palermitano, docente alla scuola popolare di musica Brass Group di Palermo. E’ stato chitarrista in molti tours affiancando artisti internazionali della scena blues come Jerry Portnoy, Sonny Rhodes, Toni T.C. Coleman, RJ.Mischo, Andy Just, Pat Wilder, Texas Slim, Vivian Vance Kelly, Brian Templeton, Dave Ryley. Partecipa ai più importanti festival blues europei e oltreoceano: Vache de Blues (Francia), Bellinzona Blues Passion (Svizzera), Blues and Jazzy Rallye (Lussemburgo), Hookrock e Gouvy Blues Festival ( Belgio), Pistoia Blues Festival (Italia);Magic Blues (Svizzera);Festival (Slovacchia). L’esordio di Umberto, dopo anni di studio di chitarra classica e jazz e ha inizio a Chicago, esperienza forte che lo porta a entrare a stretto contatto con importanti rappresentanti del Chicago-Blues quali Billy Branch e Fernando Jones, duettando in session, nei locali della città, ed esibendosi alla Chess Records, nell’ambito del Pistoia Blues Festival ha l’opportunità di dividere la scena con artisti del calibro di BB.King, Buddy Guy, Robben Ford, Roy Rogers, Cannet Heat, The Blues Band, Nel 2006, Umberto ritorna e si stabilisce negli States, tra Los Angeles e San Francisco.

Qui suona nei blues clubs americani più famosi, come Cafè Boogaloo di Hermosa Beach (Los Angeles), il Mojo Lounge di Freemont e il Biscuit and Blues di San Francisco, per incontrare grandi esponenti della scena blues: con i quali stringe un vero e proprio sodalizio artistico. Attualmente ha all’attivo diversi album solo o in gruppo quali “Pleasure Is My Business”(2013) per la Feelin’Good Records di Milano, “El Camino Stomp (2016) con Max Lugli. Dal 2015 fa parte dei Voodoo Bros. una formazione musicale che si occupa di roots music ossia la musica tradizionale americana ( Blues, Gospel, Country) con la quale pubblica Pay My Pains (2017).

Per contatti : carmelo.roccaro@gmail.com cell 3488601100